Vincent City (o Eremo di Vincent) – Guagnano (Le)

L’artista

Vincent Maria Brunetti nacque a Guagnano il 3 dicembre 1950 e sin da ragazzo cominciò a dipingere e conseguì il diploma alla Scuola d’arte di Lecce.

“Dopo essere stato a Torino, si trasferì a soli venticinque anni a Milano dove ricevette numerosi riconoscimenti ed entrò in contatto con elementi di spicco della scena artistica milanese come Francesco Messina (sotto la cui guida frequentò l’Accademia di Brera); Giacomo Manzù che lo seguì ed incoraggiò nel corso della sua attività; Arnaldo Pomodoro che lo accolse presso la sua Bottega. Sempre a Milano, egli collaborò con l’attrice Paola Borboni ed il poeta Bruno Villar alla realizzazione di numerose attività culturali e di diversi programmi televisivi. (..)

Negli anni 80 come un novello Francesco d’Assisi prese l’abito religioso e si mise a predicare la “Lieta Novella” del Vangelo, il tutto in autonomia, è il periodo di “Fratel Enzo”. In questo periodo di vita contattò molte persone con le quali condivise la sua gioia di Fede.(..)
Dopo aver vissuto per un anno e mezzo in un trullo a Noci, Vincent è tornato nel Salento e ha progettato e realizzato, tramite materiale di recupero, un’immensa abitazione dove vive in solitudine (donde il nome Eremo), realizzando ed allestendo tutta la sua arte.” (1)

Vincent City (o Eremo di Vincent)

“Nasce inizialmente come chiesetta votiva, per poi trasformarsi – da metà degli anni ‘90 – in un’egocentrica casa-museo, presentata da un alto frontone brulicante di statue di ogni genere (madonne, putti, lumache, elefanti, asinelli, il David, etc.), piastrelle di svariati colori, grandi scritte di sapore biblico. Sia all’interno che all’esterno tutto viene accostato a tutto: creazioni sue e di collaboratori, copie di opere conosciute o ready-made di oggetti recuperati e decontestualizzati, scale piccole e grandi, soffitti bassi e alti, porticine che si aprono sulle stanze più improbabili. Un’altra casa ospita le sue opere pittoriche in vendita: qui ogni domenica il “Maestro” si esibisce in performance a ritmo di musica davanti a numerose persone.” (2)

I mosaici sono opera del Maestro Orodè Deoro

Vincent City
La Rotonda dello Zodiaco (3)
Alcuni dei segni zodiacali presenti

A destra dell’ingresso

Al centro “Questo è il mio Cerverlo” (3)
La penultima cena (3)
Mondoperapocalistoria (3)

A sinistra dell’ingresso

“Il trionfo di Bacco” (3)

L’esterno della grande Casa-Museo

L’interno della Casa-Museo

L’Atelier del Maestro

L’esposizione

Le diverse stanze della Galleria

Una riproduzione della Statua della Libertà dall’alto sembra salutare gli ospiti, e nella sua aura di luce risplende e dà identità al luogo!

Il Film

Nell’anno 2003 ha una parte nel film documentario: Italian Sud Est. In alcune scene l’artista viene inquadrato mentre balla davanti alle sue opere e salta sul suo letto, e davanti alla Casa, oltre ad esporre le sue generalità principali, racconta se stesso e il mondo.
Per vedere il trailer

Si ringraziano gli amici Mario Carlucci e Antonio Tedeschi che hanno collaborato con me nella realizzazione del servizio.

Bibliografia e sitigrafia: “Legenda: allo scopo di non tediare il lettore con la ripetizione delle fonti citate, è stato attribuito un numerino per ogni opera consultata, che si ritroverà al termine della citazione e che consentirà l’esatta attribuzione bibliografica o sitografica.”
(1) http://it.wikipedia.org/wiki/Vincent_Brunetti
(2) http://www.costruttoridibabele.net/brunetti.html

(3) http://orodedeoro.com/

5 commenti

  1. Immagini sfarzosamente policrome.! Che artista e che fotografi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Luciano de Belvis ho visto il servizio.
    a Francesco dovrebbero farlo santo.
    ma subito

  3. Ettore Le Donne Pescara ha commentato un link che hai condiviso.

    Ettore Le Donne Pescara
    4 maggio alle ore 22.04

    Chi è costui? Non lo conosco, sembra che sia un Artista. Se è tale appartiene alla mia categoria cioè a quelle persone che pensano molto, e allora questo signore va difeso e studiato. Va incoraggiato e andrebbe presto collezionato. La tv pensa a renderlo famoso e facoltoso. La critica d’arte invitata dallo Stato è chiamata e pagata per sostenere il pensiero di questo Maestro. Il Ministro ,dell’Interno Alfano che peraltro è persona simpatica potrebbe fare tanto per questo Maestro!

  4. I mosaici sono del Maestro Orodè Deoro! Almeno aggiungere questo nell’articolo, per favore.

    1. Giusto, grazie della segnalazione, provvediamo subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *